Legge Finanziaria: contributi al Filo d'Oro ed alle vittime del mare PDF Stampa E-mail
Martedì 20 Novembre 2007

Qualche giorno fa il Senato ha posto il primo sigillo alla Legge Finanziaria del 2008. Con il primo “sì” alla legge di bilancio dello Stato, Palazzo Madama ha dato il via libera anche ad alcuni importanti provvedimenti proposti dal senatore Antonio Azzollini, sindaco di Molfetta e capogruppo di Forza Italia nella V Commissione Bilancio del Senato.

In particolare sono due gli emendamenti presentati da Azzollini e approvati dall’Aula, il primo a sostegno della Lega del Filo d’Oro, l’altro a favore delle famiglie delle vittime del mare. Così il comma 3 bis ad integrazione dell’articolo 31 della Legge Finanziaria stabilisce che “Per l’anno 2007 è concesso un contributo straordinario di un milione di euro a favore della Lega del Filo D’oro”. «Un contributo che ho considerato necessario – afferma Azzollini - per sostenere una organizzazione fra le più prestigiose nel suo ambito operativo, al momento impegnata nella realizzazione di un centro socio sanitario a Molfetta, un centro socio-riabilitativo a Modena e un centro sanitario di riabilitazione a Termini Imerese a favore di giovani e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali».

Il secondo emendamento proposto dal primo cittadino di Molfetta, recepito dalla maggioranza in Commissione Bilancio e poi approvato nell’aula del Senato, riguarda invece la reintroduzione del contributo economico per le vittime del mare, già previsto dal Governo Berlusconi e successivamente abolito dall’attuale esecutivo. In particolare il provvedimento autorizza la spesa - fino a 500 mila euro - per la integrazione del Fondo per le vittime del mare, un fondo cioè destinato a liquidare le richieste di indennizzo relativi a tragici eventi (avvenuti nel triennio 2002-2004) che hanno coinvolto i lavoratori del settore pesca. «Chi come me vive in una città che del mare ha fatto un motivo di identità e sviluppo conosce bene il dramma e il dolore che sconvolgono quelle famiglie di giovani uomini e padri di famiglia che perdono la vita lavorando sul mare. Un Paese civile non può dimenticarsi di questi lavoratori».
 



Copyright © 2012 Editore Activa Srl. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
EDITORE ACTIVA Srl con unico socio - Molfetta (Bari) - P.IVA 06533700727 - Testata giornalistica registrata al numero 17/07 presso il Tribunale di Trani www.editoreactiva.net
Responsabile: Giulio Cosentino
concept by EDITORE ACTIVA Srl